Zanetta a 360 gradi: dai dubbi sull'ospedale, alle critiche alla Regione, all'appello al centrodestra

E minaccia il referendum per passare alla Lombardia

domodossola -

Unire le forze del centrodestra. E' questa la strada auspicata da Valter Zanetta, ex parlamentare, oggi coordinatore regionale di ''Conservatori riformisti'', il gruppo politico di Raffaele Fitto.

Zanetta parla a ruota libera ai giornalisti, convocati all'hotel Corona di Domodossola per fare il punto sull'esito del voto per il consiglio provinciale.

Provincia. ''La scarsa attenzione dei media sul voto provinciale conferma lo stato di abbandono nel quale versano le province - dice Zanetta - . E' il fallimento della legge Delrio che ha svutato le province prima ancora che i cittadini fossero chiamati a pronunciarsi sulla loro sopravvivenza. Col 'no' al referendum gli italiani le hanno invece salvate. Per questo dobbiamo ridare alle Province un ruolo importante, specie alla nostra che ha la specificità montana. Il voto per il centrodestra non è stato soddisfacente. La coalizione va ricompattata, specie dopo il grande risultato elettorale di Domodossola dove Pizzi ha avuto la capacità di unire i partiti. La perdita di un seggio in Provincia parla chiaro e anche la decisione di un elemento di spicco come Rino Porini, di trovare ospitalità in un'altra lista, è un segnale di scollamento''.

Omegna. ''Per il voto omegnese si facciano le primarie nel centrodestra - aggiunge - perché uniti abbiamo possibilità di vittoria, come a Domo''.

Regione. ''Le legge elettorale regionale ci penalizza, va cambiata - spiega - . Solo l'exploit elettorale di Reschigna ha permesso di avere un rappresentante. Ma il Vco difficilmente potrà averne un altro. Inoltre Chiamparino faccia come Veneto e Lombardia che hanno riconosciuto i canoni idrici alle province di Belluno e Sondrio. Oggi parlare di provincia montana è inutile, è una cosa che non esiste. Se non ci ascoltano diamo il via al referendum per passare alla Lombardia''.

Ospedale. ''Il sindaco Pizzi ha fatto bene a installare il contatore sull'ospedale - rimarca - , perché dopo un anno di promesse solo ora avviamo la variante al Piano regolatore di Ornavasso. E i tempi per l'approvazione in Regione sono lunghi. Anche sul sito dove fare il nuovo ospedale va fatta un'accurata verifica. Fare in collina l'ospedale nuovo costerà 20 mila euro in più tra strada e parcheggio sotterraneo multipiano. La soluzione? Era meglio nella piana di Gravellona''.

Ricerca in corso...