Veneto Banca conferma: sarà rimborsato il 15% del valore delle azioni

Per gli azionisti colpiti dalla svalutazione anche condizoni vantaggiose per mutui, depositi e conti correnti

Verbania -

MONTEBELLUNA - Veneto Banca ha presentato oggi, dopo il cda, l’offerta di transazione agli azionisti  colpiti dalla svalutazione delle azioni dell’istituto bancario. La proposta si rivolge a coloro che hanno acquistato azioni negli ultimi 9 anni (2007-2016).

Con un indennizzo pari al 15% e una serie di iniziative commerciali che integreranno in forma migliorativa l’offerta, la nuova gestione di Veneto Banca avvia due ulteriori iniziative per il recupero della fiducia degli Azionisti e il sostegno delle loro famiglie”, annuncia Veneto Banca in un comunicato che conferma le voci che nei giorni scorsi si erano diffuse sull'entità dei rimborsi.

L’Istituto promuoverà un’offerta di transazione con un indennizzo forfettario ed onnicomprensivo pari al 15% della perdita teorica sofferta in conseguenza degli acquisti di azioni Veneto Banca (al netto delle vendite effettuate e dei dividendi percepiti) avvenuti nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2007 ed il 31 dicembre 2016, presso una qualsiasi banca del Gruppo. Il riconoscimento sarà erogato a fronte della rinuncia dell’azionista a promuovere azioni legali in relazione all’investimento in azioni Veneto Banca, azioni che rimarranno comunque di proprietà dell’azionista. “L’iniziativa si rivolge a circa 75.000 azionisti, pari a circa l’85% del totale, che sono stati individuati secondo criteri soggettivi e oggettivi e che comprendono prima di tutto le persone fisiche e i risparmiatori - precisa il comunicato -. Nei prossimi giorni, gli Azionisti che rispondono ai requisiti necessari riceveranno una lettera con i dettagli dell’Offerta alla quale potranno aderire fino al 15 marzo 2017 recandosi nella propria filiale. Dal 10 gennaio, per eventuali richieste di chiarimenti, sarà anche attivo il Numero Verde 800 199 892. Tutte le informazioni saranno disponibili presso le filiali e sul sito www.venetobanca.it/azionisti”.

L’Offerta di Transazione potrà concretizzarsi con un’adesione pari ad almeno l’80% delle azioni interessate. Tale condizione è rinunciabile dalla Banca. L’esito della offerta è previsto per il mese di aprile del corrente anno. In caso di esito positivo, il pagamento del riconoscimento economico avverrà entro 5 giorni lavorativi dalla data di comunicazione”.

Agli azionisti che aderiranno alla transazione, Veneto Banca e le banche italiane del Gruppo metteranno inoltre a disposizione una proposta commerciale, la linea “PerTe”, che prevede l’applicazione di condizioni agevolate e rendimenti di favore su una serie di prodotti: mutui residenziali, depositi vincolati e conti correnti (per le condizioni contrattuali si rinvia ai Fogli Informativi disponibili presso le filiali e sui siti internet del Gruppo).

Con l’Offerta di Transazione e la Proposta Commerciale che l’affianca – afferma il Presidente di Veneto Banca, Massimo Lanza –, il Consiglio di Amministrazione e la Direzione hanno voluto dare un segnale forte e tangibile agli Azionisti che hanno subito gravi conseguenze a causa della passata mala gestio del nostro Gruppo, nei confronti della quale stiamo procedendo a una circostanziata azione di responsabilità”. “Sono proposte chiare e concrete, le uniche che possano alleviare in tempi brevi i disagi provocati a tante famiglie” – dichiara il Presidente Lanza. “Le nostre offerte – sottolinea il Presidente – rappresentano una svolta determinante nel percorso di riconciliazione con gli Azionisti e per il futuro stesso della Banca, che sta tornando a sostenere e rilanciare l’economia dei territori di riferimento”.

 

Ricerca in corso...