Statale 34, Borghi: "La situazione è grave, ma la maggioranza di Governo si divide"

Roma -

Basta campagna elettorale, il Governo convochi d'urgenza la Regione Piemonte per dare il via all'appalto dei lavori per la statale 34 del Lago Maggiore. Questo in sintesi l'intervento di martedì sera alla Camera con cui il deputato Enrico Borghi ha illustrato la grave situazione della statale 34. Per la quale, Borghi ha ricordato ci sono 34 milioni dello Stato per realizzare due gallerie paramassi e 25 milioni della Regione per sistemare i versanti. 

Borghi ha rimarcato come lo studio del Politecnico di Torino abbia definito la situazione "una bomba a orologeria", su una strada dove nel 2017 una frana ha causato un morto.

 "La Regione Piemonte - spiega Borghi - aveva chiesto la procedura di urgenza. Ma la maggioranza si è divisa. La Lega ha annunciato un provvedimento di urgenza attraverso uno sblocca cantieri di cui però non ci traccia. I 5Stelle, occupando giorni fa la prefettura di Verbania per fare campagna elettorale, hanno detto no alla procedura d'urgenza. E in mezzo c'è una strada internazione, un territorio che vive di commercio, turismo e frontalierato". 

Renato Balducci
Ricerca in corso...