Songa , FdI e UGL :" Ricordiamo la tragedia di Marcinelle ma guardiamo anche ai morti di lavoro del presente"

VCO -

 

Nel pomeriggio dell'8 agosto, una delegazione di Fratelli d'Italia VCO e  dell'UGL ha deposto un mazzo di fiori al monumento ai caduti sul lavoro ad Omegna per ricordare la tragedia di Marcinelle quando l'8 agosto 1956  morirono 262 persone delle quali 136 emigranti italiani.

Il ricordo dell'incidente di Marcinelle diventa oggi attuale più che mai perché ancora troppe sono le persone che muoiono ogni anni per lavoro, diventa necessario smettere un ipocrisia radical che ha sminuito il lavoro a mero elemento economico e non valoriale.

La recente morte dei braccianti in Puglia ci mette ancora una volta di fronte al nostro modello di sviluppo, dove il liberismo sfrenato fa si che nel nome del business si metta il denaro e non  la persona al centro dell'azione.

Con questa nostra iniziativa di memoria, desideriamo anche rammentare agli ipocriti buonisti di tutte le fazioni che in un mondo globale gli immigrati vengono spesso sfruttati nel nome dell'economia mondialista e trasformati in mano d'opera a basso costo e senza garanzie, cosi come i nostri emigranti che andarono in giro per il mondo a portare la capacità del lavoro vennero vessati a lungo.

 

Ripartire da un nuovo umanesimo del lavoro, per costruire insieme una nuova giustizia sociale in una nuova Italia.


Luigi Songa

 

Portavoce di Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale

Provincia del Verbano Cusio Ossola

Componente della Direzione Nazionale di Fratelli d'Italia

Comunicato stampa
Ricerca in corso...