Sabato notte di follia a Intra: tra maxi-risse e atti vandalici, 38 giovani segnalati in Questura

Gli accertamenti proseguono per accertare le responsabilità

Verbania -

VERBANIA - Dalla Questura parlano senza mezzi termini di “maleducazione, ignoranza e, probabilmente, un tasso alcolico oltre i limiti di guardia” per le ragioni alla base degli atti di vandalismo e dei disordini consumatisi sabato notte a Intra, quando decine di giovani (un centinaio secondo alcune stime) mettono in scena due maxi risse, non prima di aver compiuto atti vandalici. Sono 38 quelli identificati e segnalati alla Questura, ma gli accertamenti sono tutt’altro che chiusi.
Tutto ha inizio poco oltre le 20, quando un cittadino chiamando al 113 sollecita l’intervento della volante perché dei giovani, sei o sette, stavano danneggiando la staccionata in legno del parcheggio antistante il Palazzetto dello Sport. La pattuglia, giunta sul posto, riscontra le tracce del passaggio dei vandali che, però, nell’occasione, si erano già dileguati.
Passano appena due ore e giunge una nuova chiamata: nei pressi dell’ex discoteca TAM TAM scoppia una rissa tra giovani. Sui luoghi, oltre alla volante dell’UPGSP, accorrono due pattuglie della Polstrada di Verbania e persino una volante di Omegna, oltre ai colleghi dell’Arma. Ripristinata la calma si procede a identificare alcuni dei presenti.
Sono le 24 appena scoccate quando a Intra, e più esattamente in Corso Garibaldi, si accende un altro focolaio di rissa.
Il bilancio della serata è di 38 persone identificate, mentre, in Questura, sono in corso le attività di accertamento delle responsabilità per quanto accaduto. Al momento, non si esclude che i fatti da cui siano scaturiti gli interventi, siano tra loro collegati.    

Redazione On Line
Ricerca in corso...