Quarna Sopra e Loreglia pensano alla fusione

Quarna Sopra -

Fusione tra Quarna Sopra e Loreglia, sull'esempio del neo comune di Borgomezzavalle? Se n'è discusso ieri sera in un incontro tra le due amministrazioni. Da mesi, anzi da anni, si parla della fusione tra le due Quarne, con il primo atto ufficiale che era stato, ad agosto, il passaggio in consiglio comunale. Ma in concreto non è ancora stato fatto nulla e non è stato fissato il giorno del referendum popolare che sarebbe necessario per la fusione. "Dato il disinteresse ad un’operazione di fusione delle amministrazioni più prossime al nostro comune- spiega il sindaco di Loreglia Paolo Marchesa Grandi- c'è stato questo primo contatto con Quarna Sopra.  Se la dislocazione geografica dei due comuni fa sembrare un’operazione di fusione insensata (i due comuni seppur confinanti e relativamente vicini in linea d’aria sono di fatto divisi da una cresta montana e non godono di una via di comunicazione carrabile diretta) in realtà si rileva poi non tanto insensata date le simili esigenze delle due amministrazioni e alla visione condivisa sull’eventuale impegno delle maggiori entrate decennali provenienti dall’operazione di fusione. Ora organizzeremo un incontro con  l’amministrazione del comune di Borgomezzavalle per raccogliere l’esperienza diretta e comprendere meglio i vantaggi e svantaggi derivanti dalla fusione. Contestualmente vogliamo  organizzare un incontro in regione per discutere sulla fattibilità del progetto-conclude Paolo Marchesa Grandi. Più "diplomatico" il primo cittadino di Quarna Sopra Carlo Quaretta. " Abbiamo effettivamente affrontato questa ipotesi- dichiara- che è sul tavolo insieme a quella della fusione con Quarna Sotto. Devo ammettere che rispetto all'idea della fusione delle due Quarne da noi continua ad esserci una certa resistenza tra la popolazione, preoccupata per l'eventuale perdita di servizi a vantaggio del comune più popoloso conclude Quaretta

Daniele Piovera
Ricerca in corso...