Più sicurezza sul lavoro nei cantieri edili: siglata l’intesa fra Regione Piemonte e Cgil, Cisl e Uil

Torino -

È stato firmato nella sede dell’assessorato alla Sanità il protocollo d’intesa tra la Regione Piemonte e i sindacati Fillea Cgil, Filca Cisl, Feneal Uil per migliorare la sicurezza sul lavoro nei cantieri edili.

Il documento, che nei giorni scorsi era stato approvato dalla Giunta regionale, è stato sottoscritto dall’assessore regionale alla Sanità e dai vertici piemontesi delle tre organizzazioni sindacali: presenti per la Fillea Cgil il segretario generale Massimo Cogliandro e Marco Bosio, componente della segreteria, per la Filca Cisl il segretario Piero Tarizzo e Vincenzo Battaglia della segreteria, per la Feneal Uil il segretario organizzativo Tiziana Del Bello.

L’intesa rappresenta un importante passo avanti verso la legalità e la trasparenza nei cantieri edili della nostra regione, con l’obiettivo di ridurre il rischio di infortuni e incidenti gravi e l’insorgere di malattie professionali. Attraverso questo accordo, infatti, sarà più semplice e immediato lo scambio dei dati sui cantieri edili che vengono avviati in Piemonte fra i servizi Spresal (Servizi di prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro) delle Asl e gli organismi paritetici e bilaterali del settore edile (Casse edili, Scuole edili Cpt, rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza).

La condivisione delle informazioni fra tutti gli enti e i soggetti coinvolti consentirà una più efficace programmazione degli interventi da effettuare nei cantieri edili e permetterà di individuare in modo puntuale le situazioni che possono presentare particolari criticità, sia dal punto di vista della sicurezza che del rispetto delle norme contrattuali, anche attraverso l’incrocio dei dati con Inps, Inail e Casse edili. Inoltre sarà agevolato il monitoraggio dell’andamento del settore edilizia e delle tipologie di lavoratori impiegati nei cantieri.

Sono previsti tavoli tecnici per approfondire gli aspetti legati alla prevenzione e programmare l’attività di formazione. In particolare, saranno organizzati incontri con medici competenti, datori di lavoro e responsabili della sicurezza per una corretta valutazione dei rischi e una migliore sorveglianza sanitaria. I servizi Spresal delle Asl e il sistema bilaterale edile si occuperanno inoltre di promuovere campagne informative rivolte a tutte le figure del settore.

C.S.
Ricerca in corso...