Operazione dei Carabinieri di Stresa e Premosello contro loo sfruttamento della prostituzione

In carcere un peruviano residente a Stresa e due ecuadoriani, uno di Milano e l’altro di Busto Arsizio

stresa -

Tre giovani venezuelane segregate e costrette a prostituirsi a Stresa. Le hanno liberate con un blitz messo a segno tra mercoledì e giovedì i Carabinieri di Stresa e Premosello Chiovenda. Le giovani hanno età comprese tra i 19 e i 23 anni, sono arrivate dal Venezuela con il sogno di un lavoro e di una nuova vita in Italia, ma una volta qui chi aveva promesso loro di aiutarle si è trasformato nel loro aguzzino. In carcere un peruviano residente a Stresa e due ecuadoriani, uno di Milano e l’altro di Busto Arsizio. Massimo riserbo dalle forze dell'ordine. I militari hanno perquisito l'appartamento, che si trova in via per Campino a Stresa.  I clienti provenivano da tutto il Vco e in particolare da Stresa e Baveno. Le giovani venivano anche fatte prostituire in strada a Premosello. Ora si trovano in un luogo sicuro. I tre uomini devono rispondere di induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Redazione On Line
Ricerca in corso...