Nel VCO gli under 35 guidano quasi 1 impresa su 10

VCO -

Nel VCO gli under 35 guidano quasi 1 impresa su 10. In valore assoluto sono 1.104 le imprese che hanno alla loro guida un giovane su un totale di 13.076: oltre l’8% delle imprese registrate nel 2018, in linea con la media regionale e nazionale.

Nel VCO sono 46.984 i residenti che hanno meno di 35 anni, quasi un terzo della popolazione e contribuiscono in maniera significativa alla creazione d’impresa: circa il 28% delle nuove imprese che nascono annualmente in provincia sono imprese giovanili. In valore assoluto si tratta di 194 nuove imprese giovanili iscritte a fronte di un totale di 694 nuove iscrizioni. Anche per le imprese governate da under 35 si segnala un rallentamento delle nuove iscrizioni: dal 2011 ad oggi non erano mai scese sotto le 200 unità.

Le imprese giovanili registrano un tasso di sviluppo positivo pari al 6,3% e contribuiscono in modo significativo al tasso di sviluppo del sistema imprenditoriale del VCO (-0,30%) che al netto di queste imprese scenderebbe a -0,95%.

Nel complesso le imprese governate da giovani under 35 sono 1.104, l’8,4% delle imprese provinciali, in linea con la media regionale e nazionale (9% e 9,5%). Il tasso di crescita 2018 risulta in diminuzione rispetto al risultato del 2017 ed è il dato più basso rispetto alla serie storica 2012-2018.

Queste imprese occupano 1.934 addetti ossia il 4,6% degli addetti totali, sostanzialmente in linea con la media regionale e nazionale (4% e 5%).

Rapportando il numero delle imprese giovanili alla popolazione under 35, si evince l’indice di imprenditorialità giovanile, che per la nostra provincia è 2,3%, in linea con Piemonte (2,9%) e Italia (2,8%).

La distribuzione per settori di attività evidenzia come le imprese giovanili si concentrino soprattutto nel commercio (25%),costruzioni e turismo inteso come servizi di alloggio e ristorazione (14%),agricoltura (8,3%) e servizi alle persone e alle imprese (7%).

Se prendiamo in considerazione l’indice di giovanilità (ossia il rapporto tra le imprese giovanili e le imprese totali) i settori più giovani sono: noleggio e servizi alle imprese dove rientrano la manutenzione degli edifici e del paesaggio, le attività finanziarie e i servizi alle persone.

A livello strutturale prevalgono le ditte individuali che costituiscono l’81% del totale imprese giovani (79% in Piemonte, 70% in Italia).

E’ abbastanza intuitivo che i più giovani, nei primi passi del loro percorso professionale, si avvicinino meno a settori produttivi a maggiore intensità di capitale o con strutture produttive più complesse, come il manifatturiero.

 

Ricerca in corso...