Maltempo, è il giorno della conta dei danni

Verbania -

Sta tornando alla normalità anche se lentamente la situazione nelle zone colpite dal tornado di lunedì. A Verbania il sindaco Silvia Marchionini parla di “orgoglio della città” e spiega: “Le strade sono state tutte riaperte a parte via Vittorio Veneto, via Trieste e via Trento. Oltre 35 le situazioni monitorate tra alberi caduti, tetti pericolanti, scuole cittadine. La discarica di Santino che era chiusa per ferie è stata riaperta. Chiuso il parco di Villa Maioni per detriti, anche in eternit, arrivati dalla chiesa di Santa Rita. Da domani la ditta Ecotech interverrà per la bonifica. Ci rialziamo. Le manifestazioni previste per il Ferragosto sono tutte confermate”.

A Villa Taranto, ancora chiusa, la previsione di riaprire è per il giorno di Ferragosto anche se forse una parte del parco non sarà ancora agibile, a causa delle piante ancora pericolanti. Sono una ventina gli alberi ad alto fusto abbattuti. Al momento della tempesta, mezzogiorno, il giardino era pieno. Il personale ha messo in atto il piano di evacuazione e fortunatamente non ci sono stati feriti.

Torna alla normalità la vita anche a Baveno, pesantemente colpita. Tutte le strade sono percorribili. La situazione più drammatica a Villa Fedora, con il parco chiuso per le piante abbattute e a rischio di caduta. L’assessore Alessandro Monti spiega che l’intenzione è di riaprire per il Ferragosto almeno il chiosco che è raggiungibile anche dal fiume.

Da stasera l’acqua dovrebbe tornare potabile, mentre la corrente elettrica è stata ripristinata su tutto il territorio.

 

Redazione On Line
Ricerca in corso...