Le 49 lavoratrici del servizio di cucina dell’asl Vco rimangono sul territorio

Verbania -

Il servizio di cucina dell’Asl Vco rimane sul territorio. Nessuna delle 49 lavoratrici sarà costretta al pendolarismo fuori provincia o, in alternativa, alle dimissioni forzate. “Nell'incontro con l'azienda – spiegano Michele Piffero per la Cgil, Franco Borsotti per la Uil  e Massimo Guaschino per la Cisl – ci ha manifestato l'intenzione di ridurre la presenza a 4 persone ad Omegna, anzichè le attuali 16. Sarà uno dei temi su cui tratteremo”.

Il mantenimento delle lavoratrici sul territorio, ha poi aggiunto Michele Piffero (Cgil) “non era scontato, girava voce di un possibile trasferimento fuori provincia”.
Resta da definire l’aumento delle ore di lavoro chiesto dalla vincitrice della gara d’appalto, ha spiegato Franco Borsotti (Uil): “Ci hanno chiesto la disponibilità delle lavoratrici ad aumentare l’orario di lavoro, concordando l’aumento con le dirette interessate impiegate part time. Non hanno precisato ancore quante ma secondo i nostri calcoli, dovrebbe trattarsi di oltre 800 ore in più. Saranno materia di trattativa. Qualora rimanessero delle ore scoperte, chiederemo nuove assunzioni”

Ricerca in corso...