VERBANIA – Periodo di bilanci anche a Palazzo di città, superati i 30 mesi tra un fuoco polemico costante e dai toni anche violenti, per l’amministrazione Marchionini è tempo di fermare quanto fatto e quanto resta da fare. E così, la conferenza stampa di fine anno ecco che si trasforma, come consuetudine vuole, anche nell’anteprima di quanto di nuovo conterrà il bilancio di previsione 2017, documento che la Giunta si prepara a varare lunedì. Le novità: arriva il bilancio partecipato, ci saranno 20 milioni in opere pubbliche nel triennio, nessun aumento delle tariffe ed una diminuzione, anche se lieve – si parla dell’uno per cento ma non è confermato – della tassa sui rifiuti. Altri dettagli dopo.          

Dopo i ringraziamenti di rito agli assessori “per la leale e fattiva collaborazione in questi 30 mesi che ci hanno visto affrontare le eredità del passato”, Silvia Marchionini ha parlato dell’anno che verrà come  il momento per “dare profondità alle tante questioni affrontate e dare a Verbania la famosa scossa di cui abbiamo parlato 30 mesi fa. Se un anno fa avessimo detto che oggi sarebbe uscita la gara del Movicentro, che il teatro in sei mesi avrebbe raggiunto 800 abbonati e che un privato, la Lidl,  si sarebbe deciso a fare un investimento di qualche milione di euro in città, ci avrebbero dato dei visionari”.

TEATRO e OPERE 

E’ stato un anno lungo e faticoso – ha aggiunto il sindaco – abbiamo però raggiunto una significativa azione amministrativa che si vede nei risultati ottenuti. Il teatro in questi 6 mesi ha avuto una sua crescita e identità che proseguirà per l’anno prossimo, sempre con la direzione artistica di Reanta Rapetti si va anche verso la costituzione della fondazione, con due soci fondatori, Regione e Comune tempo sei mesi e sarà realizzata, ciò non esclude la programmazione dei mesi estivi. Entro l’anno realizzeremo anche l’illuminazione artistica esterna”. 

In fatto di opere pubbliche tra i punti più qualificanti troviamo: il bando periferie (8 milioni) che finanzia Movicentro, spiagge, ciclopedonale; la sistemazione di luoghi storici (palazzo Cioia, Viani Visconti, pretorio di Intra) sarà invece coperta dai fondi europei (si pensa di ottenere 8 milioni),così come per il parco di Villa San Remigio.   Entro l’anno, ha annunciato Marchionini sarà anche presentato un progetto preliminare per la riqualificazione di piazza Adua a Fondotoce, assieme ad un progetto di modifica della vibilità. Inoltre il 14 gennaio, Acqua Novara Vco, presenterà il progetto di sistemazione idraulica dal costo di un milione di euro nella zona della Questura.

ARRIVANO I PRIVATI

 La vicenda Lidl, sulla quale s’è a lungo soffermato l’assessore Roberto Brigatti, vista come  un’ opportunità portata avanti per mettere a posto un’area a lungo degradata, facilitare una possibilità di sviluppo economico della città, portare lavoro, ottenere benefici di tipo urbanistico.  L’annuncio è che il gruppo tedesco, espletate le ultime pratiche e una nuova conferenza dei servizi intede partire subito con i lavori: l’obiettivo è aprire il nuovo punto vendita prima del Natale 2017. “Finalmente Verbania dice sì a qualche investitore privato che nel tempo hanno abbandonato la città. Abbiamo bisogno che arrivino imprenditori, non possiamo vivere di solo pubblico”, ha rimarcato Marchionini, anncunciando che per l’ex Cinema Sociale di Pallanza e per la zona camping di Fondotoce sono in predicato altri investimenti privati. Pur affermando di voler incentivare l’azione imprenditoriale in aree come la ex Restellini ed Acetati, il sindaco, in risposta alle voci diffuse via social network, ha fermamente negato l’esistenza di un progetto per un nuovo centro commerciale in quest’area, che peraltro “sarebbe insostenibile dal punto di vista della viabilità”.   Su Acetati, come ha precisato poi l’assessore all’Ambiente Laura Sau, prima di pensare ad una futura destinazione, occorre risolvere la parte ambientale. Già ci sono state due conferenze di servizi con Provincia, proprietà, Arpa per stabilire un cronoprogramma che porti a decidere se e in quali termini occorra procedere con una bonifica del terreno. 

OCCHIO AL SOCIALE

Se il 2016 ha portato alal realizzazione di un dormitorio, il 2017 porterà a Verbania l’emporio sociale per i bisognosi. “La nostra attenzione massima sarà rivolta a chi ha più bisogno”, ha chiosato l’assessore alle Politiche sociali, Marinella Franzetti annunciando guerra alla “povertà estrema”. A lungo impegnata per mettere a punto quei “piani di rientro” che hanno salvato dagli sfratti 43 nuclei familiari sui 56 paventati da ATC, Franzetti ha annunciato 355mila euro a bilancio per i lavori di manutenzione all’edilizia popolare pubblica. Dovrebbero inotre arrivare nei prossimi mesi, i 12 nuovi alloggi in piazzale Artigiani, a Renco, al piano terra, da destinare ad anziani, si lavora inoltre per allargare il patrimonio degli alloggi d’emergenza, sempre pieni. Relativamente alle politiche giovanili, restano confermati gli stanziamenti degli anni scorsi.

IL BILANCIO PARTECIPATO

L’ iniziativa nuova per Verbania, costruita tra le pieghe del bilancio dall’assessore Cinzia Vallone è lo stanziamento di 130mila euro per il cosiddetto “bilancio partecipato”.“Si tratta di un ulteriore strumento di partecipazione, per dare voce ai cittadini – ha detto Vallone -  era importante che i cittadini si interessassero alla cosa pubblica, lo abbiamo fatto dapprima coi consigli di quartiere, ora col bilancio partecipato dove centomila euro sono in conto capitale, quindi dedicati agli investimenti, e trentamila di spesa corrente. Inviatiamo la cittadinanza a presentare i progetti che saranno votati, i più votati saranno quelli che l'amministrazione s'impegna a realizzare nell'anno in corso. Siamo lavorando anche con le minoranze per farlo partire nella maniera più partecipata possibile”.Altro capitolo importante la lieve riduzione della Tari, che, ha sottolineato l’assessore vedrà contemporaneamente una maggiore efficienza del servizio di raccolta dei rifiuti, con più operatori presenti in strada durante il giorno, e una pulizia immediata dopo gli eventi.

INNOVAZIONE E AMBIENTE

Iniziative con le scuole e VCO Trasporti per favorire la mobilità sostenibile, l’adesione ad un programma Interreg per favorire le auto elettriche “car sharing e car pooling” per i frontalieri, la realizzazione di uno sportello itinerante nell’ambito di una campagna per al sostenibilità energetica sono alcune delle iniziative annunciate dall’assessore Laura Sau in tema ambientale.   Importante il piano spiagge, finanziato con un milione di euro dal “bando periferie”.  Terminata l’opera di manutenzione straordonaria sulla spiaggia “Belsito”, si proseguirà con le altre spiagge di Fondotoce con una “manutenzione semplice e naturale” Realtivamente al capitolo “innovazione tecnologica”, è in uscita il bando per la gestione della fibra ottica spinta. Attivata l’infrastruttura, occorrerà poi attivare i servizi che viaggiano su di essa, come possono essere il pagamento delle multe e i servizi per l’identità digitale.

ARRIVANO I TELELASER

Le multe non bastano  a far rallentare gli spericolati della velocità? Ci penseranno telelaser a ricondurli a più miti consigli. Nel capitolo della sicurezza stradale aperto dall’assessore competente, Giovanni Alba, la novità princiaple per il 2017 è questa  visto che “non c'è modo di sconfiggere in maniera convincente i percorsi di formula uno su alcune strade”, un’operazione sicurezza stradale che andrà a completare la posa di quei dissuasori già collocati nel 2016.  L’assessore Alba che è anche delegato al Commerico, ha infine commentato i “buonissimi risultati” ottenuto dall’avvio del servizio “Apribottega”, con 6 attività già aperte e  2 che apriranno prossimamente. “In meno di due mesi avere otto nuove attività che aprono in città non è cosa da poco. Vuol dire ad esempio che ci saranno 15 o 16 persone che lavoreranno, e questo vuol dire che c'è attenzione per la città”, ha concluso Alba.

 

Antonella Durazzo
CONDIVIDI