Dal Pd di Omegna l'invito a Marchioni a fare un passo indietro sull'ubicazione del Commissariato

omegna -

Incontro martedì tra il Questore Salvatore Campagnolo ed i rappresentanti del Partito Democratico di Omegna. Oggetto della discussione il futuro del commissariato. "Sostanzialmente- hanno spiegato Alessandro Rondinelli, Maurizio Frisone, Rosario Olivieri e Dario Galizzi ieri sera in una conferenza stampa- ci è stato detto che l'unica soluzione percorribile perchè Omegna non perda il commissariato è quella dell'ex giudice di pace. L'ipotesi  della ex villa Lagostina non è realizzabile per una questione di tempistica e di spazi: il sindaco ne prenda atto e faccia ufficialmente un passo indietro per non perdere il commissariato, anche perchè il Questore ci ha spiegato che ha già pronta una soluzione alternativa che taglierebbe fuori Omegna". Il Pd ha anche spiegato perchè l'iter relativo all'ex giudice di pace aveva subito uno stop a maggio. "Semplicemente- hanno precisato i consiglieri- avevamo pensato che fosse meglio che la delibera che impegnava ulteriori 40mila euro per la recinzione fosse adottata dalla nuova giunta dopo le elezioni: non avremmo mai immaginato che Marchioni avrebbe cambiato idea sulla locazione del commissariato".

 

Daniele Piovera
Ricerca in corso...