Circa vent'anni nascosto dall'acqua del lago. Di chi sarà quel corpo?

omegna -

OMEGNA - Mistero fitto sull'Apecar di almeno 20 anni che s'inabissò nelle acque del lago d'Orta, a Omegna. Fu forse a seguito di un incidente e del veicolo e del conducente non se ne seppe più nulla.
Ma come qualcuno dice "il lago restituisce sempre ciò che scompare" e così è stato, ieri, quando dei sub hanno fatto la macabra scoperta. Ora si lavora per riportare in superfice il corpo del poveretto, che avrà una degna sepoltura, e il suo treruote sul quale transitava.
Certo la storia non finisce qui. Si dovrà indagare - lo faranno i Carabinieri - per stabilire la reale causa di quell'inabissamento e quant'altro. Di certo la vicenda anche se datata, è drammatica e ha lasciato sgomenti quanti hanno assistito al ripescaggio, anche se da una certa distanza, visto che l'area dove hanno operato i sub dei Vigili del fuoco di Torino per il recupero, è stata transennata. Resta, come accennato, il mistero che comunque, questa è una certezza, sarà svelato in breve.

Ricerca in corso...