VERBANIA - “Cittadini con Voi” , “Sinistra & Ambiente”, “Sinistra Unita” , “Gruppo Misto” ovvero i gruppi consiliari d’opposizione a sinistra del PD, intervengono con un comunicato congiunto sulla questione “bando periferie”, emersa all’indomani della pubblicazione della graduatoria che colloca Verbania al 117mo posto su 120. Dopo l’intervento di Fratelli d'Italia (QUI) e la replica del sindaco (QUI),i gruppi di sinistra attaccano «la solita arroganza del Sindaco, la faciloneria con cui tratta importanti temi, la politica degli annunci che dal milione di posti di lavoro di berlusconiana memoria al “renzismo” imperante, non lasciano spazio alla progettazione e alla condivisione».

«Il Sindaco ribatte che i soldi arriveranno, ma non pone alcun elemento oggettivo al dibattito (non si capisce quali siano le fonti di queste sue affermazioni),l’unica cosa certa ad oggi è che la gazzetta ufficiale  dice che i progetti oltre il  24 esimo piazzamento, non vengono cestinati ma che verranno finanziati successivamente… - prosegue la nota - Aggiungiamo: l' art.1 è chiaro, al comma 3 dice "Gli ulteriori progetti saranno finanziati con le risorse che saranno successivamente disponibili" (?!)»

Un ennesimo appello alla condivisione
«Da tempo chiediamo che si lavori con una visione di città il più possibile condivisa, in modo da preparare progetti che DEVONO essere sempre pronti per quelle occasioni (come lo era il bando sulle periferie) che possono capitare alle Amministrazioni (ricordiamo anche solo il PISU, che più che essere stata una occasione di sviluppo è stata una iattura per la città a causa di una politica autoreferenziale esattamente come quella di Marchionini)».
Cercando una “visione” di città  
Le minoranze, stigmatizzando l’operato dell’amministrazione che giudicano “arrogante e  supponente” si rivolgono alla maggioranza, chiedendo “ancora una volta tavoli di lavoro di ampio respiro sulla città, su Acetati, sulle grandi aree in degrado, ripartendo da quel programma amministrativo che avrebbe potuto essere un collante ma che evidentemente allo stato delle cose è solo carta sprecata. La speranza resta che la bellezza della nostra città non continui ad essere banalizzata da incapacità politica, che occasioni rare e preziose come avrebbe potuto essere l’investimento di LIDL in Verbania, non vengano più sottratte a un dibattito che può e deve arricchire la città, la speranza è che mai più la città si trovi impreparata di fronte alle occasioni e che la preparazione che auspichiamo venga costruita passo passo con il rispetto delle istituzioni e delle regole che ci siamo dati”.
Dov’è il PD?
Al Partito Democratico - conclude la nota - spetta l’onere e l’onore di far ripartire la politica a Verbania, evidentemente non ci si aspetta più niente da un Sindaco capace solo di annunci”.

Redazione On Line
CONDIVIDI