Alessia Partesana, una morte che sconvolge il Verbano

Il sindaco di Bee: "Non riesco a non piangere"

Verbania -

BEE - Una comunità sconvolta, un paese intero incredulo. Un Natale che non potrà essere di festa per nessuno, a Bèe, dove in tanti cercano nella memoria l’ultima immagine che conservano della giovane mamma, Alessia Partesana, 29 anni. L’ultima istantanea di un volto sorridente si può ormai solo ricercare nei ricordi, perché lei a Natale non c’è arrivata, il suo futuro s’è imbattuto nella cieca violenza di un compagno geloso, Marco Tacchini, 33 anni, che nel cuore della notte l’ha devastata di coltellate. In paese da soli pochi mesi, ma già integrati nella comunità, stasera Alessia e Marco avrebbero dovuto trascorrere la vigilia tra amici, conoscenze fatte in pese, giovani coppie con le quali avevano in comune i bimbi che frequentavano lo stesso asilo della loro piccola. E la frequentazione è diventata qualcosa di simile all’amicizia. “Non riesco a non piangere - dice il sindaco, Alessandro Borella -. Ci sono cose che non si riescono neppure a immaginare. Per come li conoscevo io erano una coppia gioviale, ragazzi educati, inseriti bene. Tutta Bee è sconvolta, oggi c’è solo una tristezza infinita”. Alessia da qualche mese era stata assunta in una struttura per la cura degli anziani, lui faceva il grafico. Come hanno confermato anche alcuni vicini di casa, nel palazzetto giallo lungo la provinciale Intra-Premeno, apparentemente non sembravano una coppia in crisi, forse solo perché all’esterno non lasciavano trapelare nulla. Oggi si dice che lui fosse geloso e che lei avesse intenzione di lasciarlo. E’ la storia di sempre, lui come tanti uomini preda delle sua ossessioni, lei vittima. La storia di sempre che purtroppo, si è ripetuta sulle colline di Verbania, all’alba della vigilia di Natale.

Ricerca in corso...