Ai domiciliari per spaccio, è in carcere la sorella della bidella arrestata per droga

Verbania -

VERBANIA - E’ stata portata in carcere, a Vercelli, la 48enne, B.B. le sue iniziali, arrestata dalla Mobile e portata ai domiciliari lo scorso 11 agosto con l’accusa di spaccio. La donna, che è sorella della collaboratrice scolastica arrestata anche lei per droga e portata a sua volta Vercelli negli scorsi giorni (QUI), in diverse circostanze ha violato le prescrizioni imposte dal regime detentivo ed è stata anche denunciata per evasione. Da qui l’aggravamento della misura cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Verbania e l’esecuzione, nel pomeriggio di ieri, da parte della Squadra Mobile dell’ordinanza.
B.B. residente a Verbania, era stata sorpresa l’11 agosto scorso dalla Polizia mentre usciva dall’appartamento di un “cliente”, a Stresa. La donna era già nel mirino degli agenti, che non a caso si erano appostati nei pressi dell’abitazione dell’uomo. Appena la donna ne era uscita, gli agenti l’avevano fermata e provveduto alle perquisizioni sia nell’autovettura di B.B, sia in casa dell’uomo. Complessivamente erano stati sequestrati 6 grammi di cocaina, 12 grammi di eroina ed un bilancino di precisione.
Il giudice aveva quindi disposto per la donna il regime degli arresti domiciliari mentre l’uomo, il cliente, era stato segnalato alla prefettura per la detenzione di sostanze stupefacenti ad uso personale.
 

readazione on line
Ricerca in corso...