1,7 milioni dall’Unione Europea per sviluppare la locomozione elettrica: colonnine anche per i natanti a Mergozzo e Orta

VCO -

Non solo colonnine per ricaricare auto e bici elettriche ma anche natanti elettrici sui laghi di Mergozzo e d’Orta entreranno in servizio grazie al milione e 700 mila euro di contributo europeo che, oltre al Vco e al Canton Ticino, include anche la Regione Alto Adige.

L’accordo è stato sottoscritto, il 26 marzo a Bolzano, dal presidente di Vco Trasporti srl Roberto Tomatis. “Un progetto – spiega il presidente – nel quale è confluito il nostro, limitato al Vco e al Canton Ticino. L’unione dei due progetti è maturata dopo il tavolo di lavoro del 6 aprile 2017 a Manno su consiglio del partner d’oltreconfine”. Un’alleanza che ha a prodotto il milione e 700 mila euro di contributo dell’Unione europea per sviluppare la mobilità elettrica in chiave turistica. “Hanno manifestato interesse – prosegue Tomatis – Verbania. Cannobio, Stresa, Omegna e Ornavasso. Oltre a sviluppare la locomozione elettrica su terra, stiamo cercando di introdurla anche sul Lago di Mergozzo che per metà si trova in territorio di Verbania e sul Lago d’Orta, d’accordo col gestore della navigazione di linea”.

Nel Verbano Cusio Ossola, oltre ad avviare la rete di colonnine, il progetto mira a stimare le potenzialità del mercato per fornire, conclude Tomatis “ai turisti di Germania, Svizzera, Paesi Bassi, che nel 2018 hanno garantito agli operatori del settore la maggior parte dei 3.095.668 pernottamenti, servizi in grado di aumentare la permanenza media, attualmente di 3,5 giorni. I risultati della prima colonnina in piazzale Flaim a Intra sono incoraggianti. All’inizio erano quasi esclusivamente verbanesi che noleggiavano la nostra auto per curiosità. Ma i rifornimenti sono aumentati considerevolmente di anno in anno durante la stagione turistica”.

Ricerca in corso...