Virtus Villa, Massoni: ''Una vittoria speciale sia per le dinamiche calcistiche che extra calcistiche''

DOMODOSSOLA -

Tira il fiato e si gode la vittoria. Daniele Massoni si dice ‘’molto, molto soddisfatto’’, dopo che la sua Virtus Villa ha conquistato la promozione in Prima Categoria.  ‘’Ho vinto tanto in questi anni, ma questa è una vittoria speciale, sia per le dinamiche calcistiche, che extra calcistiche’’ aggiunge.
Massoni sa che questa è una vittoria storica per come è maturata. La Virtus giocava  da anni in Prima, dove mancava da tempo. In un campionato più consono alla società di Vincenzo Bruno ultimo di tanti  presidenti, alcuni  dei quali hanno fatto la storia: leggi Franco Poscio, Gino Molteni, Piero Pangallo.

Eppure dopo le prima partite non pareva l’annata giusta.

‘’Siamo partiti male – ammette Massoni -  . Pur non facendo brutte prestazioni non vincevamo mai. E lì è stata brava la società. Non ha mollato e ci ha creduto:  mi ha dato anche Calloni e Tettamanti.  Ma tutto il gruppo ha dato molto, compresi i miei fedelissimi ex Fomarco’’.

Quando c'è stata la svolta in campionato?

’’La settimana a cavallo tra Oleggio e Crodo. Tra il 4 a 1 di vantaggio e poi il 4 a 4 finale con  l’Oleggio Castello e poi a Crodo, dove al 39’ perdevano 3 a 0  poi abbiamo ribaltato la partita, vincendo 4-3:  poi  le abbiamo vinte tutte''.

Che farà ora Massoni?

‘’Ora stacco un po’. Sono stati due anni impegnativi, poi deciderò che fare’’

Un’ultima considerazione?

‘’Sono due anni che siamo imbattuti in casa anche se una casa non ce l’abbiamo. Siamo dei globetrotter, senza  un fortino, eppure siamo stati bravi a portare l’ossolanità ovunque giocassimo’’.

Nelle foto i festeggiamenti di fine partita.

Ricerca in corso...