Sala piena e applausi a Locarno per la prima del film 'L'apprendistato'

locarno -

Moltissimi spettatori l'11 agosto per la prima assoluta del film 'L'apprendistato' al PalaCinema di Locarno, tanto che gli organizzatori hanno dovuto aprire anche la seconda sala, dove è stato proiettato in simultanea. Il lungometraggio, che ha come interpreti alcuni studenti e docenti dell'Istituto Rosmini, è in concorso al festival del cinema di Locarno nella sezione 'Cineasti del presente' ed è stato girato a Domodossola dal giovane regista romano Davide Maldi. È un'opera che unisce cinema documentaristico e di finzione.

Un lavoro emblematico di quanta messa in scena ci sia in un film documentario”, ha evidenziato la direttrice artistica del festival Lili Hinstin introducendone la proiezione. Sul proscenio del cinema oltre alla Hinstin e al regista, i produttori Gabriella Manfrè, Micol Rubini e Fabio Scamoni, la montatrice Enrica Gatto e i musicisti Federico Zanatta e Chiara Berracino. Presenti anche gli interpreti: gli alunni Luca Tufano, Mario Burlone, Lorenzo Campani, Enrico Colombini, Cristian Dellamora e i docenti Damiano Oberoffer e Ernesto Alberti Violetti.

Durante la breve introduzione la Manfrè ha spiegato che 'L'apprendistato' èuna produzione realizzata con un budget molto piccolo ma realizzato con un impegno e un cuore molto grande”. Il film è stato sostenuto economicamente dal Milano Film Network, dalla Siae e dal Ministero per i beni e le attività culturali.

Tanti gli applausi che hanno accompagnato i titoli di coda di questa novella cinematografica di formazione, realizzata con rigore formale e grande sensibilità. Emozionati e visibilmente soddisfatti i protagonisti: la proiezione è stata infatti una prima visione anche per loro. Subito dopo si è svolto un incontro tra il regista e il pubblico, moderato dalla selezionatrice del festival e critico cinematografico Daniela Persico.

Ricerca in corso...