Diego Scur e una storia lunga un secolo

Mergozzo -

Mergozzo è una graziosa località affacciata sul lago omologo, a ridosso del più ampio Lago Maggiore. Da sempre è anche conosciuta per la lavorazione del marmo e dei graniti. Nella frazione di Candoglia veniva estratto il marmo per il Duomo di Milano, ma da Mergozzo partì il granito per le 84 colonne della chiesa di San Paolo a Roma e altro ancora. Ancora oggi, a Mergozzo, le realtà del settore lavorano con la stessa passione e professionalità da tutti riconosciuti negli anni. Tra queste ve n'è una gestita da Diego Scur, giovane imprenditore lapideo, che prosegue la tradizione degli Scur, nata ad inizio 1900. Con la forte immigrazione creata dai lavori alla galleria del Sempione, dal Veneto furono in molti a raggiungere le nostre terre. 

Tra di loro Angelo Scur, bellunese, che deciso a cercare lavoro e fortuna in Ossola si stabilì a Mergozzo e da cui naque Daniele, papà di Diego che oggi prosegue una storia lunga più di un secolo. Danile Scur inizia a lavorare come artigiano nel 1962, realizzando cordoli per marciapiedi prima e affinandosi poi con ciotole e fontane. Tutto ovviamente a mano e con la cura e la passione che solo chi ama il proprio lavoro possiede. A Daniele si è affiancato Diego, ultimo in line a dinastica degli scur e titolare dell'omonima azienda. L'evoluzione dei tempi a permesso diverse lavorazioni e oggi Diego Scur dispone di una linea di produzione tecnologicamente avanzata, con torni, fresa, filo diamantato per il taglio e la riquadratura di blocchi, per garantire un livello qualitativo elevato e manufatti accurati 100% Made in Italy. La ricerca dell'eccellenza in questi tempi moderni, affiancata alla stessa passione e cura dei particolari dei suoi avi, permette a Diego Scur un alto profilo qualitativo che i clienti continuano ad apprezzare con il passare degli anni.

Colonne e balaustre, fioriere e fontane, ciotole per giardino, ma anche soglie, davanzali, oltre a tavoli il tutto nel più classico stile di lavorazione delle pietre naturali. Ovviamente tutte locali. Ma, oggi, per rimanere aggiornati con i tempi, bisogna avere anche la capacità di promuovere se stessi ed il nuovo sito http://www.scurdiegograniti.it/permette a clienti di ogni luogo di rimanere in contatto e aggiornati sulle nuove offerte e lavorazioni che Diego Scur può offrire. Una sorta di passione 2.0 che traccia un filo invisibile partito nel 1902 da Belluno e dal nonno Angelo e radicatosi oggi con l'ultimo genito Diego. (I.P.)

REDAZIONALE
Ricerca in corso...