Dissesto VCO, Candiani: ''La Regione deve tener conto di questo territorio''

Verbania -

‘’La situazione di difficoltà è abbastanza evidente. C’è l’incapacità dell’ente a far fronte alle spese a fronte di risorse che sono state tagliate a partire del 2012, situazione aggravatasi con la legge Delrio che ha lasciato la Provincia senza energie per poter vivere’’. Così il sottosegretario all’Interno, Stefano Candiani, intervenuto questa mattina al consiglio provinciale del Verbano Cusio Ossola, consiglio che doveva discutere del dissesto che si aggira sui 32 milioni di euro. Una presenza servita a fare il punto su una situazione molto complicata.

Candini ha ascoltato il presidente Arturo Lincio, l’ex presidente Stefano Costa e diversi consiglieri intervenuti nel corso della riunione prima di dare alcune indicazioni.

‘’C’è nel Governo la volontà di ripristinare l’attività delle province -  aggiunge – ma questo richiede tempo e qui, invece, occorre dare soluzioni immediate. Il consiglio provinciale dovrà scegliere che strade prendere, anche se purtroppo le vedo abbastanza limitate. Un caso, quello del VCO, simile a molti altri, proprio perché le Provincie sono state svuotate delle risorse con la riforma Delrio , che tante sciagure ha prodotto. Oggi ci troviamo con enti che continuano ad esistere con precise funzioni ma che sono senza soldi’’.

Candiani ha proposto di fare da mediatore con quella Regione Piemonte che dal 2012 non versa nelle casse i canoni idrici, che invece Sondirio e Belluno ricevono regolarmente da Lombardia e Veneto.

‘’Il VCO deve avere la sua considerazione nel tessuto regionale - rimarca Candiani -  e noi vogliamo essere parte attiva nel gestire questi rapporti. E’ chiaro che mi lascerebbe stupito se una Regione non tenesse conto di un territorio come questo, che per altro ha espresso una volontà identitaria molto forte con un referendum poche settimane fa’’.

Renato Balducci
Ricerca in corso...