Congresso Uilm, preoccupazione per la carenza di lavoro nel Vco

vco -

‘’Non so i dati esatti sulla disoccupazione reale, ma dietro ogni disoccupato ci cono le famiglie queste sì reali. Ed è una situazione che preoccupa. Non vogliamo che il Vco diventi una terra di emigranti’’. Così  Michele Calò, segretario uscente della Uilm (la branca metalmeccanica della Uil)  durante la sua relazione al 10mo congresso provinciale. Calò ha tracciato la fotografia sulla realtà occupazionale del Vco elencando i dati negativi e le difficoltà di una ripresa del lavoro: troppa precarietà, poche prospettive. Ha ripercorso  la storia industriale dalla fine dell’800 ad oggi analizzando le cause del declino Il congresso si è tenuto lunedì mattina alla Prateria di Domodossola presenti esponenti provinciali, regionali e molti delegati, ma anche rappresentanti di altri sindacati. Tra gli interventi anche quello dell’ex segretario Franco Borsotti che ha ricordato la disgrazia avvenuta il giorno di Pasqua sulla statale della Valle Vigezzo. Borsotti ha detto che quelle sulle strade di casa nostra ‘’ sono morti annunciate, frutto della carenza delle infrastrutture nel Vco’’.

Renato Balducci
Ricerca in corso...