Ancora in lieve crescita l'industria manifatturiera del Vco

VCO -

Ancora un trimestre in lieve crescita per quanto riguarda l’andamento della congiuntura economica delle industrie manifatturiere del Vco, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nel terzo trimestre 2018 il risultato è migliore della media piemontese per quanto riguarda produzione, fatturato e ordinativi interni. Più critica la performance provinciale per quanto riguarda gli ordinativi esteri ed il relativo fatturato. In dettaglio: cresce leggermente la produzione (+0,5%),in misura maggiore il fatturato (+1,2%) rispetto a luglio-settembre 2017; la media regionale registra invece -0,2% per la produzione, +1% per il fatturato. Crescono leggermente anche i nuovi ordinativi: interni (+0,4%) esteri (+0,6%) mentre il fatturato estero è stabile (-0,1%) rispetto allo stesso periodo del 2017. A livello regionale sono stabili gli ordinativi interni (+0,1%),mentre per ordinativi esteri e fatturato si registra un +0,9%. Bene tutti i settori tranne il chimico. Le attese degli imprenditori per il periodo ottobre-dicembre 2018 fanno registrare un saldo ottimisti/pessimisti positivo per produzione, fatturato e per gli ordinativi totali. Valori negativi per ordinativi interni ed esteri, più marcati per questo secondo indicatore. In ogni caso quasi la metà degli intervistati non ritiene che gli indicatori subiranno rilevanti variazioni per gli ultimi mesi dell’anno. E’ quanto emerge dall’analisi congiunturale relativa al terzo trimestre 2018 realizzata dalla Camera di Commercio del Vco in collaborazione con Unioncamere Piemonte.

Nel Vco, rispetto al terzo trimestre del 2017, per la produzione si registra un +0,9% per i comparti metalmeccanico e industrie manifatturiere, mentre le industrie chimiche registrano -1,1%. Bene il settore dei metalli che segna una produzione del +3,3% rispetto al 2017.

Per quanto concerne il fatturato: crescita per le altre industrie manifatturiere (+1,9%) metalmeccaniche (+1%) e tessili (+2,2%),stabile il chimico (+0,3%) rispetto allo stesso periodo del 2017.

Crescono i nuovi ordinativi interni per il settore delle industrie manifatturiere (+1,9%) e metalmeccaniche (+1,7%). Criticità si registrano per le industrie chimiche (-5,7%) e tessili (-1,4%). In crescita gli ordinativi interni per il comparto della fabbricazione dei metalli (+3,1%).

Risultati positivi anche per i nuovi ordinativi esteri con aumenti intorno al 9% per il comparto tessile, +1,7% per il chimico e +1,5% per il comparto metalmeccanico. In lieve flessione le altre industrie manifatturiere con una variazione negativa dello 0,5%.

Il grado di utilizzo degli impianti è pari al 72% del potenziale (66% la media regionale),con una produzione assicurata per 3,9 settimane (oltre 6 settimane la media piemontese).

 

Ricerca in corso...