Travolto da un muro, l'operaio Pasquarelli non ha avuto scampo. Lascia moglie e un figlio

Si chiamava Antonio Pasquarelli, aveva 54 anni e risiedeva a Caprezzo l'uomo che, intorno a mezzogiorno, ha perso la vita in un tragico incidente sul lavoro a Gravellona Toce. Impegnato come operaio in una ditta edile di Cambiasca per la ristrutturazione dell'edificio che ospitava fino a qualche anno fa il comando di polizia municipale, è stato travolto dalla parete che aveva cercato di abbattere. Stando alla prima ricostruzione l'uomo sarebbe morto sul colpo. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Verbania, i carabinieri di Omegna, il personale del 118 oltre al sindaco di Gravellona Gianni Morandi ed al presidente dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili Rino Porini. Presenti anche i sindacalisti Alessandro Beltrami della Filca Cisl e Luca Lepiani, segretario provinciale della Feneal Uil e vice presidente della scuola Edile Senfors.  Pasquarelli lascia la moglie, che ha avuto un mancamento, ed un figlio.

Ricerca in corso...