Omegna su Rai 1, dove la pipì dei cani fa cadere i pali della luce

omegna -

OMEGNA - La pipì dei cani di Omegna ottiene la ribalta nazionale. La trasmissione di Rai1 "La vita in diretta" s'è collegata intorno alle 17 dal lungolago omegnese dove, con la giornalista Donatella Copertino c'erano alcuni proprietari di cani con i loro amici a quattro zampe, oltre al comandante della Polizia locale, Remo Piumarta.
E' stato proprio questi che ha introdotto l'argomento, spiegando come il provvedimento di obbligare i proprietari di cani a portare con sé dell'acqua per pulire le pipì del quadrupede (pena una multa che può arrivare fino a 100 euro e non 500 come indicato dalla trasmissione) sia stato motivato da questioni di decoro ma anche dal fatto che, col tempo, l'urina sui colonnati, sulla pietra della pavimentazione, così come sui manufatti di metallo come ringhiere e pali  diventi corrosiva "aumentando il deterioramento del manufatto con la possibile caduta dello stesso". Tra i proprietari dei cani un po' di malumore, come quello espresso da un signore, che di cani ne ha due e che gira non con una bottiglina, ma con una tanica di svariati litri. Tra gli intervistati anche un commerciante, proprietario due magnifici Bovari bernesi, cani di grossa taglia. Nella doppia veste di amante dei cani e di titolare di un'attività - e sono proprio le serrande dei negozi tra i punti più "bersagliati" dalle pipì di Fido - ha invitato alla collaborazione, a un mix di senso civico e tolleranza che farebbe bene a tutti.
Da studio l'iniziativa omegnese è stata accolta con grande sarcasmo, il più feroce è stato il britannico John Peter Sloan che ha invitato tutti ad andare a Omegna "perchè si vede che lì problemi veri non ci sono".  E dire che di motivi per visitare la città di Rodari ce ne sarebbero ben altri.   

 

Ricerca in corso...