Omegna: nessuna multa se Fido alza la zampa su alberi e cespugli

Le precisazioni dell'Amministrazione sulla contestata norma del regolamento di Polizia urbana

omegna -

OMEGNA - Dopo l'ondata polemica, con tanto di arrivo delle telacamere di Rai1, sollevata dalla norma contenuta nel nuovo Regolamento di Polizia Urbana sull'obbligo per i proprietari di cani di pulire la pipì del proprio animale domestico, la giunta omegnese emette una nota di precisazioni. Non è un passo indietro, si dice piuttosto che la norma va interpretata e che saranno puniti solo quei proprietari di cani che non puliranno le urinate su pietre e manufatti, al contrario, Fido potrà continuare ad alzare la zampa senza timori di multe su verde pubblico e cespugli. Le precisazioni:  

«Nel nuovo Regolamento di Polizia Urbana entrato in vigore presso il Comune di Omegna agli inizi di questo mese, il comma 4 dell’Articolo 8 recante disposizioni su “Conduzione e custodia dei cani ed altri animali” recita che: “In ambito urbano e luogo pubblico o aperto al pubblico o di pubblico uso, è vietato condurre cani o altri animali non detenendo, a cura del conduttore,[] idoneo recipiente contenente acqua per lavare le aree imbrattate dall’urina prodotta dall’animale”.

La norma, già applicata da tempo in importanti Comuni d’Italia, come Verona, Chiavari, Santa Margherita Ligure e la più vicina Domodossola, va interpretata e applicata nella misura in cui il conduttore dell’animale è tenuto a diluire con acqua l’urina del proprio animale quando questa risulta depositata su suolo pubblico, porfido, asfalto, panchine, porticati, vetrine, ringhiere, pali, cestini e altri manufatti metallici.

Naturalmente, l’obbligo decade quando la stessa è depositata dall’animale sul verde pubblico o nei cespugli.
Lo scopo si conferma quello di ovviare all’odore e contenere al meglio gli elementi corrosivi contenuti nell’urina dell’animale per preservare il patrimonio e l’arredo pubblico. Si ricorda che ai trasgressori colti in flagranza, ossia che alla deposta urina del proprio animale non  provvederanno alla corretta rimozione della stessa, sarà elevata una oblazione di euro 100«.

Ricerca in corso...