Centro antiviolenza VCO: 58 le donne seguite nei primi sei mesi dell'anno

La rete antiviolenza si trasforma, oggi la presentazione

VCO -

VERBANIA – Sono 58 le donne che, nei primi 6 mesi del 2017, si sono rivolte al Centro antiviolenza del Verbano Cusio Ossola, in maggior parte tra i 30 e i 50 anni, 41 con figli minorenni. Lo scorso anno erano state 80, sempre tra i 30 e i 50 anni, 56 con figli minorenni. La maggioranza di coloro che si sono rivolte al centro hanno un’occupazione, sono autonome economicamente. Gli inserimenti lavorativi sono stati una trentina. Da quest’estate, inoltre, il Centro antiviolenza dispone di una struttura d’accoglienza per situazioni di emergenza, la cui ubicazione viene mantenuta riservata per non esporre le ospiti a ritorsioni da parte di mariti o compagni denunciati. Fino ad ora ha ospitato, per un breve periodo, una donna con i figli. La maggior parte delle donne bisognose d’ospitalità temporanea vengono dirottate fuori provincia per motivi di sicurezza. Questi i dati forniti, oggi pomeriggio, in Provincia alla presentazione del Centro antiviolenza VCO.“Un servizio – ha assicurato il presidente, Stefano Costache, come ente intendiamo mantenere”. “Approfitto della presenza delle colleghe sindaco per invitarle, in caso di necessità, a rivolgersi al centro in caso di necessità. So, per esperienza, che il primo ente cui si rivolgono le donne maltrattate è proprio il comune di residenza che, spesso, non sa dove indirizzare chi ha bisogno”, ha aggiuntoFlavia Filippi, oggi consigliere provinciale (è subentrata a Rosa Rita Varallo, non più rieletta a Omegna, ndr),ex-sindaco di Belgirate, delegata da Costa a seguire il Cento antiviolenza.
La costituzione in centro – ha spiegato Federica Monaco, dipendente provinciale – ci consente, grazie al riconoscimento da parte della Regione, di fruire di quei contributi che la Provincia non era più in grado di garantire, la rete continua ad esistere come struttura operativa”. In caso d’emergenza ci si può rivolgere al Consorzio intercomunale servizi sociali del territorio di Residenza: Verbano (0323/52268),Cusio ((0323/63637),Ossola (0324/52598),allo Sportello Donna della Provincia (337/1002054). “Il recapito di telefonia cellulare di “Giù le Mani”, gestito dalla cooperativa “La Bitta”. 335/6978767, è operativo 24 ore su 25”, informa Monaco.

Redazione On Line
Ricerca in corso...